Qual è un’alternativa all’attuale sistema di proprietà intellettuale che premia le idee in modo appropriato senza concedere un monopolio?

Brevetti: l’attuale sistema concede il monopolio solo ai proprietari di brevetti e anche solo ai brevetti praticanti (coloro che usano la loro invenzione) per la maggior parte. Un’alternativa sarebbe la licenza obbligatoria a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (FRAND). In genere si verifica nel contesto della definizione di standard, in cui desideriamo l’interoperabilità degli standard.

Il copyright si basa sulla licenza obbligatoria, quindi se suono la tua canzone, devo pagare una tassa di licenza. Ingiunzioni possono essere emesse in casi di copyright ma sono piuttosto rare.

I marchi sono per loro natura monopolistici. Se voglio iniziare una catena di ristoranti di hamburger chiamata “McDonald’s”, diluirò il valore del marchio. Quindi un marchio famoso ha diritto a un monopolio in quell’arena e sarebbe difficile immaginare un sistema alternativo. Se qualcuno potesse usare “Apple” sui propri computer, il consumatore non avrebbe idea di quale fosse il migliore di cui avevano sentito parlare così tanto.

I segreti commerciali non sono monopoli perché il mondo non dovrebbe sapere cos’è la proprietà intellettuale. Inoltre, se trovo autonomamente la formula segreta per la Coca-Cola, ho il diritto di usarla gratuitamente. I segreti commerciali sono solo “monopoli” perché non sono noti.

La licenza obbligatoria è un’alternativa. Un altro sarebbe un sistema basato sui bisogni: se il proprietario non sta sfruttando appieno l’IP, un concorrente potrebbe dimostrare a un tribunale o ad un organo amministrativo che la società potrebbe essere meglio servita se essa, e non il proprietario dell’IP, utilizzasse la proprietà. Questo sarebbe un eminente sistema di tipo di dominio di “monopolio con eccezioni”.

Domanda originale: “Qual è un’alternativa all’attuale sistema di proprietà intellettuale che premia le idee in modo appropriato senza concedere un monopolio?”

Quale sistema di proprietà intellettuale premia il monopolio di un’idea? Non è così che funziona qualsiasi sistema attuale con cui ho familiarità.

Prendiamo il copyright. Il copyright copre l’espressione tangibile delle idee per un lungo periodo di tempo. Non copre l’idea stessa. Ad esempio, se scrivi una lunga serie di personaggi su un argomento specifico, allora è protetto da copyright. Ad altre persone è proibito usare le stesse identiche parole prese da un’altra persona, o parole prese dalla persona e modificate in modo sostanziale, per descrivere il soggetto senza licenza. Metti la stessa idea in nuove parole e la tua. Qualcun altro prende la stessa idea e scrive le proprie opinioni, e questa è la loro. Il monopolio esiste solo sull’espressione creativa, o sui dettagli della scrittura, non sull’idea stessa.

Che ne dici di marchio? Il marchio viene utilizzato per identificare una frase, un’immagine o un suono specifici utilizzati in un campo specifico per un prodotto o servizio aziendale specifico. Ma non può essere usato per coprire un oggetto evidente in un campo che tutti già usano. Se hai una mela per descrivere un frutto, tutti possono (e forse dovrebbero anche, supponendo che siano in una lingua che usa quel termine) descrivere quel frutto con quel nome. Ma una mela per descrivere un computer? Non è quello che significa la parola, ma una certa azienda ha commercializzato la parola in modo che quando fai riferimento a un computer Apple intendi un computer di quella società. Una determinata mela che appare in un modo specifico potrebbe essere sia un marchio (se utilizzato nel marketing) sia un copyright per un’azienda. Se vai da qualche parte e vedi quell’immagine, assumerai la sua da quella compagnia e non una diversa. Lo vuoi, altrimenti avrai una compagnia scadente che finge di essere roba di qualità migliore e ingannare le persone. E se quell’azienda fa qualcosa di male, possono essere identificati.

Un brevetto potrebbe avvicinarsi di più a quello di cui stai parlando. È usato per descrivere una procedura specifica, non ovvia, o un modo di fare le cose. Se hai la stessa idea per un risultato finale ma con passaggi diversi dall’originale, non violeresti il ​​brevetto. C’è un problema però quando qualcosa è ovvio per le persone in un campo ma un tipo di avvocato non lo sa. Ma dopo una controversia, il brevetto originale dovrebbe essere dichiarato non valido. Inoltre un brevetto scade più velocemente delle precedenti cose di cui abbiamo parlato.

Il vero problema è che le persone che non comprendono le regole concludono che le regole non hanno senso. È un argomento da uomo di paglia. Il sistema attuale non copre le idee, quindi non è un problema. Il sistema potrebbe essere migliorato in alcune parti, ad esempio quanti anni sono coperti in ogni modo e quali sono i presupposti di default, ma non dovrebbe essere eliminato.

Le due soluzioni più comuni proposte nella ricerca accademica sono standard e premi.

Gli standard operano vietando ad alcune tecnologie di operare dopo una data di attività, a meno che non soddisfino alcuni standard. Il vantaggio degli standard è che l’innovazione raggiunge obiettivi specifici. Vuoi automobili che consumano meno carburante o pannelli solari che non riscaldano l’atmosfera tanto quanto i gas serra, fanno uno standard e costringono tutti a soddisfarlo. Il problema con gli standard è che hai il governo a dettare ciò che la società vuole invece dei consumatori. Ciò crea costi di transazione e fa aumentare i prezzi di cose che le persone potrebbero non desiderare. Quindi, abbiamo delle cose interessanti ma nessuno vuole comprarlo … un problema comune con qualsiasi pianificazione centrale davvero.

I premi sono simili. La prima persona che raggiunge qualche traguardo o che vince un concorso ottiene un premio in denaro. Qui, la ricompensa in qualche modo sovvenziona il prezzo di inventare la nuova cosa e raggiunge lo stesso scopo del sistema dei brevetti (sovvenzionando l’innovazione). Il problema è che i sistemi di ricompensa sono difficili da creare, così difficili, che non abbiamo davvero capito come farlo. Distribuiamo assegni di ricerca a persone che sembrano “sulla strada giusta”.

Come qualsiasi cosa nell’ordine pubblico, tutti questi (brevetti, standard e sovvenzioni) possono essere ottimizzati per aumentare l’offerta aggregata. Questo può darci beni migliori a prezzi più bassi. Non ho intenzionalmente collegato le fonti perché hai detto che volevi fare ricerche sull’argomento. Tuttavia, questi articoli sono facili da trovare.

In bocca al lupo.

Le invenzioni e i diritti d’autore sono stati originariamente fissati per un periodo di tempo limitato, 14 anni con un’estensione di 14 anni, che è stato gradualmente esteso a 28 anni con un’estensione. Poi venne il 1976 e un’idea completamente nuova di 75 anni in modo che Disney, tra gli altri, potesse mantenere la propria proprietà intellettuale, ben oltre il tempo limitato che i fondatori avevano in mente. I fondatori immaginavano abbastanza tempo per guadagnare un po ‘di soldi, e un altro ci provava, se stava facendo soldi, altrimenti era considerato proprietà pubblica, per essere usato da tutti, a beneficio di tutti, senza nuovi brevetti o diritti d’autore disponibili. Così l’industria e l’inventiva dovevano crescere, ora sono soprattutto le società e non le persone a beneficiare, non l’intenzione originale.

Ottima domanda Ecco un articolo correlato sul perché è importante ristabilire l’equilibrio con questo sistema attuale: Esistono problemi incombenti per FRAND?

Un utile percorso di ricerca è quello di guardare a cosa i diversi paesi fanno diversamente e come funziona per loro. Guarda anche epoche diverse. Ciò che ha funzionato nel 1880 potrebbe funzionare oggi o no. Ciò che funziona negli Stati Uniti potrebbe funzionare in altri paesi o no. I loro sistemi potrebbero essere migliori. In ogni caso, i sistemi di brevetto di paesi diversi offrono ampie alternative alla ricerca.

More Interesting

Diritto di proprietà intellettuale: qual è la legalità della visualizzazione degli articoli di altri nella tua app (ad esempio Flipboard, Zite, Pulse, Prismatic)?

Le leggi sul copyright dovrebbero essere più indulgenti?

Come contrassegnare una parola che hai inventato

Come funziona un accordo di non divulgazione?

Puoi vendere commercialmente qualcosa che utilizza ROS, il sistema operativo per robot open source?

Posso usare una linea di un'altra canzone, senza violare le leggi sul copyright?

Quanto sono comuni gli specialisti in appello sulla proprietà intellettuale nella Big Law?

Diverrà vero che un giorno la pratica brevettuale tra i paesi sarà la stessa? Quindi quando un brevetto viene concesso in una nazione, non sarà esaminato in altre nazioni, più come una PPH avanzata (autostrada per l'accusa di brevetto)?

Potrei fare causa a qualcuno che ha utilizzato le informazioni della mia e-mail per violazione del copyright? Dovrei aggiungere il copyright della fase e una data per renderlo ufficiale?

Cosa si dovrebbe fare se un nonno è di parte nei confronti di sua figlia in una divisione della proprietà, anche se suo figlio è povero e le figlie sono ricche?

Nella Silicon Valley, quali sono i primi passi legali da intraprendere prima di iniziare a lavorare su un progetto che si intende consegnare a un'azienda?

Quale copyright ho sui miei testi su Quora?

Sebbene i testi antichi in sanscrito non possano essere protetti da copyright e i significati in essi contenuti siano anche antichi, in che modo gli editori applicano un avviso di copyright sulle traduzioni?

Legge di avvio: EULA / TOS difettoso ha impiantati legali?

Una firma digitalizzata è valida per un contratto negli Stati Uniti?